black-white-429229

CAPELLI RICCI: GIOIE E DOLORI

Quante di voi ricciolute sognano una chioma di ricci elastici e lucidi? In molti casi è difficile ottenere questi risultati ma, dedicandogli le dovute attenzioni e cure, non è impossibile.

È risaputo che la cura dei capelli ricci è molto più difficile di quella di qualsiasi altro tipo di capelli. Il riccio richiede attenzione e manutenzione per restare folto e voluminoso, evitando però l’effetto stopposo e crespo. I capelli ricci tendono a diventare secchi con più facilità. Infatti i riccioli non circondano strettamente la testa come succede con i capelli lisci ed hanno, di conseguenza, un contatto limitato con il sebo condizionante del cuoio capelluto, il che li rende ipersensibili e più soggetti a danneggiamenti da fonti esterne.
Abbiamo quindi redatto un piccolo elenco di consigli utili al benessere della vostra chioma riccia, che da oggi non sarà più indomabile!

 

  1. Spuntate i ricci periodicamente. Il riccio ha bisogno di essere sfoltito regolarmente per non perdere la propria corposità.
  2. Usate prodotti specifici. Utilizzate sempre shampoo e balsamo specifici per capelli ricci. Quando si parla di cura dei capelli, i riccioli adorano una ricca nutrizione. E’ praticamente impossibile “nutrire troppo” i capelli ricci, quindi abbondate sempre con trattamenti ricchi di sostanze idratanti e ristrutturanti. Un ottimo rimedio sono i lipidi naturali come per esempio burro di Karité, olio di Jojoba oppure olio di Macadamia, che rivestono ogni singolo capello di una luccicante pellicola trasparente, che lo mantiene lucido ed idratato.
  3. Non legate i capelli troppo stretti. L’idea di tenere legati i capelli in una treccia strettissima per ottenere ricci migliori è un metodo sbagliato perché i capelli tenderanno a spezzarsi e i ricci risulteranno flosci e crespi. È una buona idea, invece, quella di lasciarli sciolti in modo che l’aria li muova e li acconci con naturalezza.
  4. Non usate un phon troppo caldo. L’eccessivo calore danneggia il fusto del capello, impedendogli di arricciarsi perché verrà bruciato ed inoltre risulterà crespo. Usate una spazzola tonda e un phon a temperatura media, impiegherete più tempo per asciugarli ma i risultati saranno migliori. Per i capelli ricci vi consigliamo un phon con ionizzatore che secca meno i capelli, e l’utilizzo costante di un diffusore [qui trovate un diffusore da viaggio].
  5. Pettinate bene i capelli. Per avere ricci perfetti è necessario che non ci siano nodi e quindi vanno pettinati dopo aver applicato il balsamo idratante per capelli ricci utilizzando un pettine di legno a denti larghi. Spazzolandoli invece, otterreste l’effetto contrario: le ciocche si separerebbero troppo facendo sembrare i vostri capelli ispidi e gonfi.
  6. Usate un prodotto post lavaggio. Evitate la schiuma, che tende a seccare i ricci rendendoli stopposi e prediligete dei sieri in crema o degli oli da passare sulle lunghezze per rendere il capello morbido ed elastico. Usateli sui capelli ancora umidi e, per ottenere ricci definiti, avvolgete sezioni singole attorno alle vostre dita. Tenetele in posa per 10 secondi e rilasciatele delicatamente. Per uno styling più definito, potete dare un tocco finale quando i capelli saranno asciutti, rifinendo le ciocche con poca quantità di prodotto.

Per acquistare prodotti professionali specifici per la cura dei capelli ricci, date un’occhiata ai prodotti Rolling Curls di Gcube!

1 commento

Lascia un commento

Inserisci i caratteri che vedi